OLIMPIADI GASTRONOMICHE, APPLAUSI PER EGIDIO LONGO

Data Evento: 
Lunedì, Febbraio 4, 2019 - 19:30

Egidio Longo del Circolo Canottieri Roma ha vinto ancora. Era stato già nominato "Chef dell'Anno" nel 2014 e successivamente "Campione Olimpico" per i piazzamenti ottenuti nello scorso quadriennio. Sono sue anche le "Olimpiadi Gastronomiche" 2018/'19, la sesta edizione di quella competizione ideata dallo storico socio giallorosso Sergio Rossi, capace di aggiungere un ulteriore tassello alla rivalità, sempre intensa ma leale, tra i Circoli storici della Capitale. E non solo della Capitale, visto che la gara si allarga ogni anno di più, considerando la curiosità che mostrano i club opranti fuori dal territorio cittadino. Il mago calabrese dei fornelli ha conquistato i palati anche ieri sera, nella cena conclusiva tenuta nella sede del Canottieri Roma di Lungotevere Flaminio 39, preceduta dall'allegra cerimonia di premiazione.

Circa 120 i commensali. A cominciare dal presidente del club ospitante, Massimo Veneziano, e dai suoi omologhi Massimiliano Atelli (Corte dei Conti), Giuseppe Maria Toscano (R.C.C. Tevere Remo), Paolo Sbordoni (C.C. Lazio) e Sandro Scaffidi (All Round) nonché Gilberto Pascucci, massimo dirigente della Società Ginnastica Roma che entrerà in gara dalla prossima edizione. Immancabili i giurati dell'Accademia Italiana della Cucina Gabriele Gasparro (presidente), Gianni Di Sorte e Michela Rossi. Ad applaudire i vincitori sono poi intervenuti Maria Monsè, Cristina Rinaldi e il presidente dell'Unione Regionale Cuochi Lazio, Alessandro Circiello

Ha introdotto la cerimonia lo stesso presidente Veneziano, il quale ha espresso tutta la sua soddisfazione "perché abbiamo iniziato l'anno del nostro Centenario con tante vittorie di prestigio. Prima nel canottaggio, ora in una 'nuova disciplina sportiva', com'è stata giustamente ribattezzata da Sergio Rossi, che dà ulteriore lustro al nostro sodalizio". Il vicepresidente Stefano Brusadelli ha poi ricordato "la fondamentale importanza della Tavola nei Circoli storici. Lì nascono nuove amicizie, se ne consolidano e si vive in letizia la vita sociale". Infine parola all'organizzatore, che ha illustrato ai presenti le importanti novità della competizione che abbiamo riportato.

Spazio allora ai protagonisti, i premiati. "Medaglia d'oro" a Egidio Longo, "argento" al collega Fabio Balsamo del Tevere Remo, "bronzo" ex aequo per Daniele Perfetto della Corte dei Conti e all'ex calciatore della Roma Roberto Scarnecchia, oggi chef dell'All Round. Premio Creatività a Settimio Sacco del Canottieri Lazio vincitore della passata edizione, Tradizione a Jacopo Attiani del Centro Sportivo San Michele, Coreografia al ristorante del Verde Roma Sport. Quest'ultimo si è aggiudicato anche il Piatto d'Argento, che l'Accademia ha assegnato al giovanissimo Valerio Schiaramazza

La festa si è allora spostata nel salone ristorante, dove Longo ha proposto un nuovo, ricco menù. Nell'aperitivo di benvenuto, insalatina di pollo alla russa; stracciatella con alici di Cetara; ricotta, miele d'acacia e mandorle; rotolino di zucchine, formaggio fresco e menta; burratina con pomodorino all'olio dei Colli Martani; bocconcino di bufala in mantello di salmone selvaggio e glassa al balsamico. I due primi sono stati panciotti ai finferli con stracciatella e caviale di salmone; riso venere, gorgonzola piccante e pere. Per secondo, scottata di ricciola ai pistacchi di Bronte su vellutata di cicoria e patate al profumo di limone con verdurine al wok. Grande chiusura con la tradizionale torta olimpica.

"Desidero ringraziare i giurati per questo nuovo premio - le parole del vincitore, apparso per la prima volta al microfono - e Sergio Rossi, al quale va una dedica speciale perché riuscito a creare qualcosa di nuovo e divertente. Una competizione che, tra noi chef, diventa ogni anno più sentita e combattuta". 

Fondato nel 1919 - Stella d'Oro al Merito Sportivo 1971

Copyright 2018 - Circolo Canottieri Roma

 

Privacy Policy               Area Riservata

 

Realizzato da GEB Software